CONTEMPORARY LOCUS 4

Contemporary Locus 4

Grazia Toderi
Teatro Sociale
22 – 23 giugno 2013
Via Bartolomeo Colleoni 4, Bergamo

Contemporary Locus 4 invita Grazia Toderi (1963), artista italiana di fama internazionale, a proseguire il percorso di interpretazione del tessuto urbano attraverso l’arte contemporanea, con l’obiettivo di proporre una nuova relazione con il luogo e rinnovare la passione e la meraviglia per uno spazio di grande storia e qualità.
Nella quarta tappa espositiva curata da Paola Tognon, Grazia Toderi si confronta infatti con lo spazio del Teatro Sociale, uno dei luoghi più significativi di Bergamo, dando vita, con un’installazione video, a una simultanea fruizione del luogo prima e dopo la sua ristrutturazione.
L’elemento di contemporaneità si concretizza all’interno del teatro con un’installazione video che vede la proiezione sul fondale del palco di Sound (2002), opera video realizzata dall’artista proprio all’interno del Teatro Sociale prima della sua ristrutturazione, appartenente ad un ciclo di lavori che l’artista ha svolto nei più significativi teatri italiani. Conosciuta la volontà di restaurare lo spazio, Grazia Toderi ha infatti voluto realizzare un lavoro che mettesse in luce la condizione tra bellezza, memoria e degrado, tra storia e futuro del Teatro Sociale prima del restauro.

Grazia Toderi
Sound, 2002
Veduta dell’installazione
Teatro Sociale, Bergamo 2013
Contemporary Locus 4
courtesy l'artista

L’elemento di contemporaneità si concretizza all’interno del teatro con un’installazione video che vede la proiezione sul fondale del palco di Sound (2002), opera video realizzata dall’artista proprio all’interno del Teatro Sociale prima della sua ristrutturazione, appartenente ad un ciclo di lavori che l’artista ha svolto nei più significativi teatri italiani. Conosciuta la volontà di restaurare lo spazio, Grazia Toderi ha infatti voluto realizzare un lavoro che mettesse in luce la condizione tra bellezza, memoria e degrado, tra storia e futuro del Teatro Sociale prima del restauro.
L’inserimento dell’opera nel teatro stesso, a distanza di oltre dieci anni, vuole offrire una visione simultanea del luogo prima e dopo la sua ristrutturazione, con un effetto di forte suggestione e tensione narrativa. Un progetto espositivo di Contemporary Locus in reverse, dove l’arte contemporanea interpreta la storia del teatro, proponendo al visitatore la possibilità di una visione coesistente dello spazio tra passato e presente.
Grazia Toderi si distingue per l’essenzialità e l’originalità di una ricerca che, attraverso installazioni immersive, restituisce una dimensione dilatata e onirica dello spazio. Spazio che contiene e trasforma la percezione del pubblico, soggetto coinvolto in una condizione a-temporale, nella quale osservazione e riflessione trovano un’inedita dimensione di accoglienza.
Il percorso espositivo e di scoperta dello spazio è accompagnato dalla app gratuita per iPhone e iPad di Contemporary Locus 4 progettata da Elisa Bernardoni, con approfondimenti, in italiano e in inglese, e immagini dedicate alle opere, all’artista e alla storia del luogo.

Teatro Sociale, Bergamo 2013
Contemporary Locus 4
Foto di Claudio Cristini

Grazia Toderi
Sound, 2002
Veduta dell’installazione Contemporary Locus 4
Teatro Sociale, Bergamo 2013
Foto di Claudio Cristini

Grazia Toderi
Nasce nel 1963 a Padova. Vive e lavora tra Milano e Torino.
Il punto di partenza nella ricerca visuale di Grazia Toderi è la registrazione distaccata di semplici azioni che spesso si svolgono in ambito quotidiano e intimo, accanto all’utilizzo volutamente elementare del video quale mezzo espressivo. E’ con questa tipologia di lavori che partecipa ad Aperto ‘93 nella XLV Biennale di Venezia. I lavori che seguono raccolgono invece il sentimento di un’intera generazione, quella cresciuta attraverso le immagini trasmesse dalla televisione, mezzo di comunicazione di cui l’artista interpreta l’aspetto unificatore e la valenza simbolica come in Nata nel ’63 e Prove per la luna (1996) che raccontano l’emozione del primo sbarco sulla luna visto con gli occhi di milioni di persone attraverso lo schermo televisivo In un proseguo tematico e visuale. Affascinata dall’utilizzo di immagini già esistenti e dalle dinamiche dello spettacolo, come occasione di incontro e di unione, Toderi lavora sull’immagine di stadi, arene e in particolare grandi teatri storici (1999 – 2003). Le platee dei più importanti teatri italiani sono occasione per una riflessione sul rapporto tra spazio, azione e attesa di cui il pubblico diventa protagonista. Il lavoro di Grazia Toderi trova dai primi anni del 2000 una dimensione dilatata e fortemente autoriale anche in una serie di video che, servendosi di immagini aeree, ricreano visioni notturne di città come Roma, Firenze e Londra, seguendo un punto di vista che trasforma i luoghi in territori magici e misteriosi.

Teatro Sociale
Il Teatro Sociale è oggi uno dei luoghi più significativi e rappresentativi di Bergamo: la sua importante storia architettonica e sociale, la sua collocazione e la sua ristrutturazione ne fanno certamente un luogo di alta intensità nella percezione collettiva.
Progettato nel 1803 da Leopoldo Pollack, architetto austriaco allievo di Giuseppe Piermarini, è un teatro all’italiana dall’armoniosa forma classica. Inaugurato nel 1808, fino la prima metà dell’Ottocento le sue stagioni operistiche si dimostrarono prospere e dagli esiti lusinghieri. Dal 1933 il teatro chiuse i battenti a causa di problematiche di natura finanziaria e solo dopo diversi passaggi di proprietà, nel 1974, l’immobile fu acquisito dal Comune di Bergamo e interessato da lavori di manutenzione. Da allora lo spazio ospitò soprattutto esposizioni e azioni di arte contemporanea, fino all’inizio dell’intervento di restauro, intrapreso nel 2006 per iniziativa congiunta del Comune e della Sovrintendenza ai Beni Culturali. Oggi il restauro ha restituito alla città un teatro storico completamente recuperato nella sua originaria destinazione teatrale.

Grazia Toderi
Sound, 2002
Intallation view
Teatro Sociale, Bergamo 2013
Contemporary Locus 4
Ph Claudio Cristini

Teatro Sociale, Bergamo 2013
Contemporary Locus 4
Ph Claudio Cristini

Teatro Sociale, Bergamo 2013
Contemporary Locus 4
Ph Claudio Cristini