Francesca Grilli
Sparks 2021
A cura di Paola Tognon, promosso da Contemporary Locus.

Contemporary Locus è lieta di essere tra i progetti vincitori dell'Italian Council (IX edizione, 2020), programma di promozione internazionale dell'arte italiana della Direzione Generale Creatività  Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività  Culturali e per il Turismo.

Sparks 2021 è una performance, preceduta da un workshop, da cui deriva un’installazione autonoma per capacità espressiva, evocativa e documentativa. Il progetto si inserisce nella pratica artistica dell’artista che indaga il concetto di corpo ed è profondamente legata alla compenetrazione tra diverse discipline. Diversamente dai precedenti progetti (performances, video, sculture e disegni) nei quali il corpo è testimone della resistenza alla vita, al tempo e alla forza del declino, il progetto Sparks 2021 si concentra oggi su l'inversione del rapporto di potere tra bambino e adulto.

Sparks 2021 ruota infatti sull’azione, minima ma rivoluzionaria, di consegnare nelle mani dell’infanzia la lettura del nostro futuro come gesto di speranza e rottura con il passato. Preceduta da un workshop di diversi giorni, l’azione prevede che un gruppo di bambini scelgano ed accompagnino gli adulti dentro uno spazio in penombra. Nello spazio i bambini potranno leggere loro la mano, singolarmente e per una sola volta, attivando così un libero processo di svelamento e di interpretazione nel quale essi stessi sono artefici di visioni e riflessioni.

L’intera performance si basa su 3 elementi: le mani - in un momento nel quale il contatto è negato - che sono la parte più esposta al mondo, testimonianza visibile del corpo, punto di contatto tra generazioni diverse; la lettura sapiente delle mani utilizzata dai bambini come gioco per esprimere immaginazione e desideri; i cappelli-scultura, realizzati nella forma di cappelli da baseball con visiera reclinabile. Questi ultimi, che rappresentano l’eco giocoso di elmi, una volta indossati dai bambini, segnano l’inizio della performance proteggendoli dallo sguardo diretto degli adulti.

Lo sviluppo del progetto Sparks, nella sua versione finale, include e trasforma il distanziamento fisico in elemento di forza. Il tocco tra le mani del bambino e dell’adulto è infatti assente ma viene richiamato da una piccola torcia personalizzata con cui i bambini dirigono i movimenti dell’adulto nello spazio e leggono loro le mani. Sparks 2021 quindi, secondo la riflessione di Francesca Grilli, trasforma la luce in un elemento di trasmissione intangibile che aumenta il potere illuminante dell’infanzia - le scintille - e rende magico l’equilibrio di un gioco condiviso. 

L’installazione di Sparks 2021 è infine un’opera di dimensioni ambientali composta dai cappelli/elmi lasciati dai bambini nello spazio - sul pavimento, sulle pareti o sulle panchine appositamente disegnate dall’artista, che sono state strumento di gioco e di pausa durante la performance - e da una traccia sonora elaborata e amplificata che deriva dalle registrazioni delle immaginifiche predizioni dei bambini. 

Partner di progetto: Corpoceleste
Museo di destinazione: GAMeC, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo 

Partner culturali: Associazione Teatro di Roma, Rassegna Buffalo, Palazzo delle Esposizioni, Roma; Base-Milano, Milano; Gender Bender Festival, Bologna; Immaginare Orlando, Bergamo; Kaaitheater, Bruxelles; Kunst Merano / Merano Arte, Merano; Level Five Artistic Ecology, Bruxelles; MACTE - Museo di Arte Contemporanea di Termoli; MAXXI L’Aquila, L’Aquila; Netwerk Aalst, Aalst; RUPERT, Vilnius; Snaporazverein, Samaden; STUK Arts Center, Leuven. 

Per il suo percorso Sparks 2021 ringrazia: Santarcangelo Festival (Santarcangelo, IT); Welcome to the village (Leeuwarden, NL); Saal Biennaal (Tallin, ET); workspacebrussels (Bruxelles, BE)

 

Francesca Grilli website

Italian Council